Ti trovi in:

Adozione ed affido

Adozione ed affido

Adottare un bambino
L'Équipe Adozioni è composta da psicologi e assistenti sociali che seguono il percorso adottivo delle coppie aspiranti all’adozione attraverso tre moduli operativi:

1. Informazione e sensibilizzazione delle coppie adottive: l'èquipe si occupa del primo contatto con le coppie interessate all'adozione informando e diffondendo materiale informativo e fornisce le indicazioni e la modulistica per inoltrare al Tribunale per i Minorenni la domanda di disponibilità all'adozione.

2. Studio psicologico e sociale della coppia/famiglia con colloqui psico-sociali e visita domiciliare;

3. All’arrivo del bambino:

  • l'équipe segue e sostiene l'affido preadottivo (ove previsto), riferendo ogni quattro mesi al Tribunale per i Minorenni, vigila per un anno sull'andamento delle adozioni internazionali ed elabora, anche in collaborazione con gli enti autorizzati, le relazioni per fornire al paese di provenienza del bambino le informazioni sull'andamento dell'adozione;
  • sostiene i nuclei familiari anche attraverso attività di gruppo;
  • favorisce l'inserimento scolastico attraverso progetti di collaborazione con la scuola.


Gruppo Famiglie Adottive
Si tratta di un’attività di gruppo rivolta alle famiglie adottive e alle coppie che hanno ottenuto l'idoneità dal Tribunale per l'adozione internazionale e/o nazionale; ha lo scopo di fornire uno spazio di ascolto e di confronto delle diverse esperienze, nonché di approfondimento di alcune tematiche collegate all'adozione, favorendo nei partecipanti l'acquisizione di competenze relative alla genitorialità adottiva.
Le tecniche nei gruppi e nel lavoro di restituzione sono varie: simulazioni, role-playing, collage, utilizzo e creazione di materiale audiovisivo.

Progetto Adozione e Scuola: l'inserimento scolastico dei minori adottati.
Ha l’obiettivo di favorire l’integrazione e l’interazione fra scuola e famiglia e di sostenere l’attuale collaborazione interistituzionale fra i Servizi che a vario titolo si occupano dell’adozione.

Avere in affido familiare un bambino.
Ottenere l’affidamento di un bambino significa sostenerlo per un tratto del suo percorso di vita: l’affido solleva il bambino e la sua famiglia da situazioni di temporanea difficoltà. I rapporti tra la famiglia affidataria e i genitori naturali, regolati da un accordo, avvengono nel rispetto dei diritti di entrambi.
L’affido può essere diurno (ad esempio i pomeriggi o le mattine) oppure residenziale (per tutta la giornata); in ogni caso, non può superare i 2 anni.
L’attività consiste nella valutazione di nuove famiglie che si sono dimostrate disponibili all'affido, nella realizzazione di un percorso formativo rivolto sia agli operatori che alle famiglie affidatarie, nell’apertura di uno sportello informativo itinerante nelle tre sedi distrettuali dell'Azienda, gestito dalle stesse famiglie affidatarie.
 



Torna all'inizio della pagina