Ti trovi in:

    La Modulistica

    Moduli del Dipartimento di Prevenzione|

    Moduli dei Distretti Socio Sanitari|

    Moduli dell'Ospedale|

    Ricorso avverso il giudizio di idoneità del medico competente (D.Lgs 81/08 art. 41 comma 9)

    A cosa serve:

    Rivalutare l’idoneità lavorativa del lavoratore 
    A chi consegnarlo:

    entro 30 gg dalla data di comunicazione del giudizio medesimo presentare ricorso all’organo di vigilanza territorialmente competente (SPSAL dell’ULSS dove si trova l’azienda)
    Quali documenti allegare:

    Ultimo giudizio di idoneità del medico competente


    Domanda di astensione anticipata per lavoratrice in gravidanza

    A cosa serve:
    Consente di chiedere l'astensione anticipata dal lavoro prevista dal D.Lgs. n. 151 del 2001, art. 17, comma 2 lettera a), per le donne affette da gravi complicanze della gestazione o di preesistenti forme morbose che si presume possano essere aggravate dallo stato di gravidanza.
    A chi consegnarlo:
    All'Ufficio Amministrativo Richieste Astensione Anticipata per Maternità, c/o Ufficio Invalidi Civili, sede di Portogruaro (tel. 0421.396709):

    • di persona, anche su delega (martedì e giovedì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00): Ufficio Amministrativo Richieste Astensione Anticipata per Maternità, c/o Ufficio Invalidi Civili, sede di Portogruaro - Via Zappetti, 23 - Portogruaro
    • per posta: Ufficio Amministrativo Richieste Astensione Anticipata per Maternità, c/o Ufficio Invalidi Civili - Via Zappetti, 23 - 30026 Portogruaro (VE)
    • per fax: 0421.396714
    • in posta elettronica: invalidi.portogruaro@aulss4.veneto.it
    • in PEC: protocollo.aulss4@pecveneto.it 

    Quali documenti allegare:
    Certificato medico di gravidanza, in originale, attestante la data presunta del parto e le complicanze in atto ovvero le patologie pregresse.


    Censimento annuale allevamenti suini

    A cosa serve:
    Consente di comunicare ai Servizi Veterinari competenti per territorio il censimento dei suini presenti al 31 marzo di ogni anno. L'omissione di tale comunicazione è punibile secondo l'art. 9 comma 10 del Decreto Legislativo n. 200 del 26.10.2010 con una sanzione amministrativa da € 1.000,00 a € 6.000,00.
    A chi consegnarlo:
    Ai Servizi Veterinari competenti per territorio:

    • personalmente; Via F. Zappetti, 23 - Portogruaro oppure Via Trento, 19 - San Donà di Piave
    • via fax: sede di Portogruaro 0421.396801 oppure sede di San Donà di Piave 0421.228153
    • via email: sede di Portogruaro servep@aulss4.veneto.it oppure sede di San Donà di Piave servet@aulss4.veneto.it
    • via posta: Via F. Zappetti, 23 - 30026 Portogruaro (VE) oppure Via Trento, 19 - 30027 San Donà di Piave (VE)

    Quali documenti allegare:
    Nessuno


    Richiesta macellazione suini a domicilio per autoconsumo

    A cosa serve:
    Consente di presentare la richiesta di macellazione per autoconsumo dei suini da parte dei cittadini dei Comuni di San Donà di Piave, Musile di Piave, Portogruaro e Caorle ai competenti uffici dei Servizi Veterinari almeno 48 ore prima della macellazione, come previsto dall'Ordinanza Sindacale vigente.
    A chi consegnarlo:
    Ai Servizi Veterinari competenti per territorio:

    • via mail: sede di Portogruaro (servep@aulss4.veneto.it) oppure sede di San Donà di Piave (servet@aulss4.veneto.it)
    • via fax: sede di Portogruaro (0421.396801) oppure sede di San Donà di Piave (0421.228153)
    • personalmente: Via F. Zappetti n. 23 - Portogruaro oppure Via Trento n. 19 - San Donà di Piave

    Quali documenti allegare:
    Nel caso di macellazione svolta al proprio domicilio:
    • nessuno se la domanda è presentata presso le sedi dei Servizi Veterinari;
    • documento di identità se è inviata mediante email o fax.
    Nel caso di macellazione svolta a domicilio altrui detta domanda dovrà essere accompagnata da dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà da effettuarsi presso i Servizi Veterinari di Portogruaro o San Donà di Piave.

    Raccomandazioni nel caso di presentazione della richiesta di macellazione presso i competenti uffici dei Servizi Veterinari
    • rispetto individuale delle norme igieniche e del distanziamento fisico;
    • utilizzo corretto dei dispositivi di protezione;

    Raccomandazioni per le operazioni di macellazione a domicilio

    Considerato che le macellazioni a domicilio - per consuetudine - si svolgono in ambienti confinati in cui si radunano più persone anche non appartenenti allo stesso nucleo familiare (norcini itineranti, aiuti estemporanei, amici, ecc.), si ritiene necessario rammentare le raccomandazioni specifiche per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 impartite dalla Direzione Prevenzione, Sicurezza Alimentare, Veterinaria regionale con nota prot. n. 458392 del 28/10/2020
    E’ necessario limitare la presenza di persone non conviventi alle stringenti necessità, e comunque nei limiti imposti dalle disposizioni vigenti, adottando nel contempo le seguenti misure:
    • in presenza di febbre (oltre i 37.5) o altri sintomi influenzali vi è l’obbligo di rimanere al proprio domicilio e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria;
    • non possono partecipare alle operazioni di macellazione e lavorazione delle carni persone che negli ultimi 14 giorni hanno avuto contatti con soggetti risultati positivi al COVID-19 o che provengano da zone a rischio secondo le indicazioni dell’OMS;
    • il locale in cui si svolge la lavorazione delle carni deve essere frequentemente aerato, evitando per quanto possibile la formazione di vapore e di condensa;
    • devono essere adottate precauzioni igieniche rendendo disponibili alle persone presenti idonei mezzi detergenti per le mani e raccomandando loro la frequente pulizia delle stesse con acqua e sapone;
    • qualora l’attività imponga una distanza interpersonale minore di un metro e non siano possibili altre soluzioni organizzative si raccomanda, oltre all’uso delle mascherine, anche quello di altri dispositivi di protezione (guanti, occhiali, tute, cuffie, camici) conformi alle disposizioni delle autorità scientifiche e sanitarie.


    Denuncia variazioni anagrafe canina regionale

    A cosa serve:
    Consente di comunicare ai Servizi Veterinari competenti per territorio, entro i 15 giorni successivi, gli eventi riguardanti il cane iscritto quali morte, scomparsa, cessione definitiva, cambiamenti di residenza, detenzione di cani smarriti o sottratti. L'omissione di tali comunicazioni è punibile secondo l'art. 20 della LR 28.12.1993 con una sanzione amministrativa fino a € 77,46.
    A chi consegnarlo:
    Ai Servizi Veterinari competenti per territorio:

    • in posta elettronica: servet@aulss4.veneto.it
    • via fax: sede di Portogruaro (0421.396801) oppure sede di San Donà di Piave (0421.228153)
    • via posta: Via F. Zappetti n. 23 - 30026 Portogruaro oppure Via Trento n. 19 - 30027 San Donà di Piave
    • personalmente: Via F. Zappetti n. 23 - Portogruaro oppure Via Trento n. 19 - San Donà di Piave

    Quali documenti allegare:
    In caso di spedizione postale o via fax: copia di documento d'identità. Qualora non si abbia a disposizione l'adesivo con codice a barre del microchip, copia del certificato d'iscrizione all'anagrafe canina regionale.


    Aggiornamento della registrazione per cambio ragione sociale, chiusura, modifiche strutturali, impiantistiche, produttive e dismissione o acquisizione automezzi

    A cosa serve:
    Consente alle ditte di aggiornare o modificare alcune informazioni relative ad attività già esistenti.
    A chi consegnarlo:
    Al Servizio di Igiene Alimenti e Nutrizione competente per territorio.
    Sede di S. Donà di Piave:
    Via Trento, 19 (palazzo Inps 1°piano)— 30027 San Donà di Piave (VE)
    Segreteria: tel. 0421/228171 fax: 0421/228277
    email: 
    sian.sandona@aulss4.veneto.it   
    dal Lunedì al Venerdì dalle ore 09.00 alle 12.30.
    Sede di Portogruaro:
    Via Zappetti, 23(Ex Silos) — 30026 Portogruaro (VE)
    Segreteria: Tel. 0421.396852 Fax 0421.396714
    email: sian.portogruaro@aulss4.veneto.it 
    dal lunedì al Venerdì dalle ore 09.00 alle 12.30.
    Quali documenti allegare:
    V. elenco riportato nella seconda pagina del modulo.


    Comunicazione di detenzione generi alimentari non più idonei alla commercializzazione

    A cosa serve:
    Consente alle ditte che operano nel settore alimentare di chiedere l’assistenza del Servizio di Igiene Alimenti e Nutrizione per la distruzione degli alimenti.
    A chi consegnarlo:
    Al Servizio di Igiene Alimenti e Nutrizione competente per territorio.
    Quali documenti allegare:
    Elenco degli alimenti da distruggere.


    Denuncia di inizio di attività di impresa alimentare

    A cosa serve:
    Consente alle ditte che operano nel settore alimentare di denunciare l’inizio della loro attività.
    A chi consegnarlo:
    Al Servizio di Igiene Alimenti e Nutrizione competente per territorio.Sede di S. Donà di Piave:
    Via Trento, 19 (palazzo Inps 1°piano)— 30027 San Donà di Piave (VE)
    Segreteria: tel. 0421/228171 fax: 0421/228277
    email: sian.sandona@aulss4.veneto.it   
    dal Lunedì al Venerdì dalle ore 09.00 alle 12.30.
    Sede di Portogruaro
    :
    Via Zappetti, 23(Ex Silos) — 30026 Portogruaro (VE)
    Segreteria: Tel. 0421.396852 Fax 0421.396714
    email: sian.portogruaro@aulss4.veneto.it 
    dal lunedì al Venerdì dalle ore 09.00 alle 12.30.
    Quali documenti allegare:
    V. elenco riportato nel riquadro 6.


    Richiesta certificazione potabilità acqua destinata al consumo umano

    A cosa serve:
    Consente alle ditte che operano nel settore alimentare di chiedere le analisi sulla potabilità dell’acqua.
    A chi consegnarlo:
    Al Servizio di Igiene Alimenti e Nutrizione competente per territorio.
    Quali documenti allegare:
    Nessuno.


    Richiesta parere tecnico preventivo attività alimentari

    A cosa serve:
    Consente alle ditte che operano nel settore alimentare di chiedere un parere tecnico preventivo sull’idoneità dei locali e delle attrezzature.
    A chi consegnarlo:
    Al Servizio di Igiene Alimenti e Nutrizione competente per territorio.
    Quali documenti allegare:
    V. elenco riportato nel modulo.


    Contributo per la realizzazione di protesi dentarie

    A cosa serve:

    Chi necessita di una protesi dentaria, e ne ha i requisiti, può ottenere fino a € 400 di contributo. 

    L‘erogazione del contributo per il confezionamento di protesi dentarie, in linea con le disposizioni regionali, viene concesso a:

     

    • tutti i cittadini residenti in Veneto, che hanno compiuto il 65° anno di età prima che il lavoro di confezionamento della protesi sia concluso, appartenenti ad un nucleo familiare avente un reddito complessivo lordo riferito all’anno precedente non superiore a € 36.151,98, hanno diritto ad un contributo per il confezionamento di protesi dentarie pari a € 200,00 per arcata superiore e a € 200,00 per arcata inferiore, ripetibile ogni 4 anni;
    • ai fini del contributo in esame, per protesi dentaria si intendono le protesi mobili per edentulia totale dell’arcata superiore e/o inferiore, o le protesi parziali scheletrate rimovibili, una per arcata dentaria superiore e/o inferiore;
    • le protesi dentarie devono essere state realizzate presso strutture sanitarie pubbliche e/o private e/o professionisti che abbiano sede legale in Veneto.
     
    A chi consegnarlo:
    Il contributo potrà essere richiesto presentando domanda al Distretto, unitamente ai seguenti documenti: 
    • copia della fattura di pagamento relativa al lavoro eseguito;
    • dichiarazione del professionista (sia nel caso in cui il soggetto si sia rivolto all'Azienda ULSS, ad un privato autorizzato o ad un privato accreditato);
    • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di non aver ricevuto il contributo per il confezionamento delle protesi dentarie nei 4 anni precedenti alla data di presentazione della domanda.
     
    Le domande di contributo (unitamente agli allegati A e B scaricabili qui sotto) devono essere presentate entro il 31 dicembre 2021 ad uno dei seguenti recapiti:
    • Segreteria del Distretto in via Zappetti 23 a Portoguaro; 
    • Ufficio protocollo Ulss 4 in piazza De Gasperi 5 a San Donà di Piave; 
    • mediante posta elettronica certificata all'indirizzo: protocollo.aulss4@pecveneto.it 

     
    Quali documenti allegare:
     
    • Allegato A - Modello di domanda di contributo
    • Allegato B - Modello dichiarazione sottoscritto dal professionista
     


    Domanda di subentro del telesoccorso e telecontrollo

    A cosa serve:
    Consente di subentrare al servizio di telesoccorso/telecontrollo
    A chi consegnarlo:
    La domanda può essere presentata con tre modalità:    

    • in posta elettronica, all'indirizzo telesoccorso@aulss4.veneto.it
    • presso gli sportelli di anagrafe sanitaria/esenzioni ticket del Distretto
    • presso gli uffici del Comune di residenza

    Elenco sportelli di anagrafe sanitaria/esenzioni ticket, previa prenotazione:

    San Donà di Piave
    Via Trento, 19 - Tel. 0421.227820/227821
    dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.00, martedi’ dalle 15.00 alle17.00

    Jesolo
    Via Levantina, 104 - Tel. 0421.388792
    dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30

    Portogruaro
    Via Zappetti, 23 - Tel. 0421.396674/396665/39666
    dal lunedì al venerdì  dalle 8.30 alle 12.00 e il giovedì dalle15.00 alle 17.00

    Caorle
    Riva dei Bragozzi, 138 - Tel. 0421.219821
    dal lunedì al venerdì  dalle 10.00 alle 11.30

    Cavallino-Treporti
    Via Concordia, 29 - Tel. 041.658534
    dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 12.30

    Eraclea
    Via Guglielmo Marconi, 2 - Tel. 0421.232154
    lunedì, martedì, giovedì dalle 10.00 alle 11.30

    San Stino di Livenza
    Via Giovanni XXIII - Tel. 0421.315211
    martedì e venerdì dalle 10.00 alle 11.30

    San Michele al Tagliamento
    Piazza Galasso, 2 - Tel. 0431.525921
    lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10.00 alle 11.30


    Quali documenti allegare:
    Vanno compilati il modulo di subentro e il modulo di consenso al trattamento dei dati


    Domanda di disattivazione del telesoccorso e telecontrollo

    A cosa serve:
    Consente di disattivare il servizio di telesoccorso/telecontrollo
    A chi consegnarlo:
    La domanda può essere presentata con tre modalità:    

    • in posta elettronica, all'indirizzo telesoccorso@aulss4.veneto.it
    • presso gli sportelli di anagrafe sanitaria/esenzioni ticket del Distretto
    • presso gli uffici del Comune di residenza

    Elenco sportelli di anagrafe sanitaria/esenzioni ticket, previa prenotazione:

    San Donà di Piave
    Via Trento, 19 - Tel. 0421.227820/227821
    dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.00, martedi’ dalle 15.00 alle17.00

    Jesolo
    Via Levantina, 104 - Tel. 0421.388792
    dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30

    Portogruaro
    Via Zappetti, 23 - Tel. 0421.396674/396665/39666
    dal lunedì al venerdì  dalle 8.30 alle 12.00 e il giovedì dalle15.00 alle 17.00

    Caorle
    Riva dei Bragozzi, 138 - Tel. 0421.219821
    dal lunedì al venerdì  dalle 10.00 alle 11.30

    Cavallino-Treporti
    Via Concordia, 29 - Tel. 041.658534
    dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 12.30

    Eraclea
    Via Guglielmo Marconi, 2 - Tel. 0421.232154
    lunedì, martedì, giovedì dalle 10.00 alle 11.30

    San Stino di Livenza
    Via Giovanni XXIII - Tel. 0421.315211
    martedì e venerdì dalle 10.00 alle 11.30

    San Michele al Tagliamento
    Piazza Galasso, 2 - Tel. 0431.525921
    lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10.00 alle 11.30


    Quali documenti allegare:
    Vanno compilati il modulo di disattivazione e il modulo di consenso al trattamento dei dati


    Domanda di attivazione del telesoccorso e telecontrollo

    A cosa serve:
    Consente di attivare entro 2 mesi (in caso di urgenza certificata entro 48 ore) il servizio di telesoccorso/telecontrollo
    A chi consegnarlo:
    La domanda può essere presentata con tre modalità: 

    • in posta elettronica, all'indirizzo telesoccorso@aulss4.veneto.it
    • presso gli sportelli di anagrafe sanitaria/esenzioni ticket del Distretto
    • presso gli uffici del Comune di residenza

    Elenco sportelli di anagrafe sanitaria/esenzioni ticket, previa prenotazione:

    San Donà di Piave
    Via Trento, 19 - Tel. 0421.227820/227821
    dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.00, martedi’ dalle 15.00 alle17.00

    Jesolo
    Via Levantina, 104 - Tel. 0421.388792
    dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30

    Portogruaro
    Via Zappetti, 23 - Tel. 0421.396674/396665/39666
    dal lunedì al venerdì  dalle 8.30 alle 12.00 e il giovedì dalle15.00 alle 17.00

    Caorle
    Riva dei Bragozzi, 138 - Tel. 0421.219821
    dal lunedì al venerdì  dalle 10.00 alle 11.30

    Cavallino-Treporti
    Via Concordia, 29 - Tel. 041.658534
    dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 12.30

    Eraclea
    Via Guglielmo Marconi, 2 - Tel. 0421.232154
    lunedì, martedì, giovedì dalle 10.00 alle 11.30

    San Stino di Livenza
    Via Giovanni XXIII - Tel. 0421.315211
    martedì e venerdì dalle 10.00 alle 11.30

    San Michele al Tagliamento
    Piazza Galasso, 2 - Tel. 0431.525921
    lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10.00 alle 11.30

    San Stino di Livenza
    Via Giovanni XXIII - Tel. 0421.315211
    dal lunedì al venerdì  8.30-12.00

    San Michele al Tagliamento
    Piazza Galasso, 2 - Tel. 0431.525921
    lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00


     
    Quali documenti allegare:
    Vanno compilati il modulo di attivazione e il modulo di consenso al trattamento dei dati


    Iscrizione o cambio medico/pediatra per cittadini residenti o assistiti nell'ULSS 4

    A cosa serve:
    A scegliere o a cambiare il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta, per sé e/o per i propri familiari senza la necessità di recarsi allo sportello di anagrafe. Dal momento che la scelta potrebbe non essere possibile a causa dell'ambito territoriale diverso o per il sopraggiunto massimale del medico individuato, è necessario proporre una seconda scelta e un numero telefonico al quale essere contattati in caso di impossibilità di attribuzione del medico o di richiesta di chiarimenti.
    A chi consegnarlo:
     

    • per posta: Al Direttore del Distretto, Piazza De Gasperi n. 5, San Donà di Piave
    • in posta elettronica a uno dei sottoelencati indirizzi più vicini alla sede distrettuale di appartenenza:
      • Caorle: anagrafe.caorle@aulss4.veneto.it
      • Cavallino-Treporti: anagrafe.cavallinotreporti@aulss4.veneto.it
      • Eraclea: anagrafe.eraclea@aulss4.veneto.it
      • Jesolo: anagrafe.jesolo@aulss4.veneto.it
      • Portogruaro: anagrafe.portogruaro@aulss4.veneto.it
      • San Donà di Piave: anagrafe.sandona@aulss4.veneto.it
      • San Michele al Tagliamento: anagrafe.sanmichele@aulss4.veneto.it 
      • San Stino di Livenza: anagrafe.sanstino@aulss4.veneto.it
    In alternativa, rivolgendosi agli sportelli di anagrafe sanitaria, previo appuntamento:
    • contattando il CUP telefonico al n. 0421.1547154, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 17.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00;
    • utilizzando iCUP e iCUP Mobile, previa registrazione al portale;
    • recandosi agli sportelli del CUP ospedaliero.

        Quali documenti allegare:
        Documento di identità del richiedente


        Richiesta contributo per acquisto di parrucche

        A cosa serve:
        Consente di chiedere un contributo economico non superiore a € 300,00 per l'acquisto di una parrucca a favore delle assistite, residenti nella Regione del Veneto, affetta da alopecia a seguito di terapia chemioterapica conseguente a patologia tumorale.
        A chi consegnarlo:
        Di persona presso la segreteria del Distretto Unico Socio Sanitario o a mezzo raccomandata AR.
        Quali documenti allegare:
         

        • fotocopia della tessera sanitaria
        • certificazione medica rilasciata dal Medico di Medicina Generale o Specialista del SSN che attesti la patologia di tumore e il conseguente trattamento chemioterapico causa dell'alopecia
        • scontrino fiscale o fattura o ricevuta, relativa all'acquisto della parrucca nel corso dell'anno 2019
        • fotocopia di un documento d'identità valido
         


        Modulo di domanda per l'accesso all'Impegnativa di Cura Domiciliare per persone non autosufficienti

        A cosa serve:
        La domanda serve ad accedere ai contributi economici previsti dalla deliberazione della Giunta Regionale n. 1338 del 30.07.2013
        A chi consegnarlo:
        Al Comune di residenza o al Distretto Socio Sanitario di residenza
        Quali documenti allegare:
        I documenti indicati nel modulo di domanda


        Autocertificazione per l'esenzione dalla spesa farmaceutica per reddito

        A cosa serve:
        Consente di ricevere un certificato da esibire al medico curante, che indicherà uno specifico codice di esenzione sulle ricette per farmaci, in modo da ottenere, limitatamente ai residenti nel Veneto, l'esenzione dalla quota fissa (€ 2,00 per confezione).
        A chi consegnarlo:
        Allo sportello di anagrafe del proprio Distretto.
        Quali documenti allegare:
        Documento di identità e tessera sanitaria. In caso di delega: fotocopia dei seguenti documenti: documento di identità del delegante, in corso di validità; documento di identità del delegato, in corso di validità.


        Autocertificazione per il pagamento della quota fissa per ricetta in misura ridotta

        A cosa serve:
        Consente di ricevere un certificato da esibire al medico curante, che indicherà uno specifico codice di esenzione sulle ricette per visite ed esami, in modo da non pagare, limitatamente ai cittadini residenti nel Veneto, la quota fissa per ricetta.
        A chi consegnarlo:
        Allo sportello di anagrafe del proprio Distretto.
        Quali documenti allegare:
        Documento di identità e tessera sanitaria. In caso di delega: fotocopia dei seguenti documenti: documento di identità del delegante, in corso di validità; tessera sanitaria plastificata del delegante, in fronte/retro; documento di identità del delegato, in corso di validità.


        Richiesta di annullamento/revoca del certificato di esenzione per reddito

        A cosa serve:
        Consente di annullare un certificato di esenzione per reddito emesso in assenza dei requisiti previsti dalla legge oppure di revocare da una certa data lo stesso certificato di esenzione a causa della perdita dei requisiti.
        A chi consegnarlo:
        Agli sportelli dei Distretti rivolti al rilascio delle nuove esenzioni per reddito.
        Quali documenti allegare:
        Certificato di esenzione per reddito già rilasciato.


        modello di dichiarazione sostitutiva di certificazione di atto notorio

        A cosa serve:
        da allegare alla presentazione di istanza di partecipazione a procedure concorsuali (concorsi e incarichi)
        A chi consegnarlo:

        Quali documenti allegare:


        Delega per il ritiro dei referti

        A cosa serve:
        Consente di delegare un'altra persona a ritirare un referto per proprio conto.
        A chi consegnarlo:
        Allo sportello del CUP o all'ambulatorio dove viene consegnato il referto.
        Quali documenti allegare:
        Fotocopia di un documento di identità del delegante.


        Segnalazione di disfunzioni, suggerimenti, reclami

        A cosa serve:
        Consente di segnalare all'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) disfunzioni, suggerimenti e reclami.
        A chi consegnarlo:
        Il modulo può essere:

        • consegnato presso la sede dell'URP, in Piazza De Gasperi n. 5 a San Donà di Piave, presso la Direzione Medica dei Presidi Ospedalieri e presso la Direzione del Distretto;
        • depositato nelle apposite cassette di raccolta delle segnalazioni presenti negli ospedali e nei distretti;
        • inviato per fax al n. 0421.228110;
        • trasmesso per e-mail all'indirizzo urp@aulss4.veneto.it

        Quali documenti allegare:


        Ritiro referti in altra sede

        A cosa serve:
        Consente di ritirare un referto di prestazioni specialistiche ambulatoriali in un ospedale diverso da quello di effettuazione dell'esame.
        A chi consegnarlo:
        Agli sportelli del CUP o al personale dell'ambulatorio dove è stata effettuata la prestazione.
        Quali documenti allegare:
        Nessuno.


        Torna all'inizio della pagina