Ti trovi in:

Prenotazione - CUP

Annullamento e spostamento della prenotazione

Annullamento o spostamento della prenotazione

Se si intende rinunciare a un appuntamento già fissato o spostarlo ad altra data, dal 1° settembre 2020 occorre contattare il CUP entro due giorni lavorativi. Nel caso in cui la festività sia infrasettimanale è aumentato di un giorno lavorativo, Gli utenti che non si presentano agli appuntamenti o che comunicano l’annullamento non rispettando i termini previsti sono tenuti comunque al pagamento del costo intero della prestazione prenotata, anche se esenti.

Qualora la prestazione non dovesse essere erogata senza preavviso, l’utente ha diritto di chiedere un indennizzo di € 25,80 per il disagio subito.

In caso di sciopero è possibile richiedere preventivamente la riprogrammazione della prestazione, tenendo presente che il servizio potrebbe subire disfunzioni o ritardi non prevedibili. In tal caso l’utente non ha diritto all’indennizzo.

Queste regole sono state assunte sulla scorta delle indicazioni regionali per ridurre il fenomeno della mancata presentazione agli appuntamenti, dannoso per tutti i cittadini, in quanto i posti che vengono liberati non possono essere assegnati ad altri in caso di mancato preavviso. E' attivo il servizio di recall che invia sms al numero di cellulare rilasciato al momento della prenotazione 4 giorni prima della data prenotata. 

Gli utenti che non si presentano agli appuntamenti in libera professione o che comunicano l’annullamento non rispettando i termini previsti sono tenuti, invece, al pagamento dell'intero costo della prestazione prenotata, come previsto dal regolamento aziendale della libera professione.




Precedente1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9Successivo
Torna all'inizio della pagina